L'economia condivisa: L'accesso batte la proprietà

L'ansia da ricarica è un problema che riguarda tutti. Infatti, secondo diversi sondaggi, 9 persone su 10 soffrono di "ansia da batteria scarica" quando si tratta del proprio telefono. Le ricerche condotte su questo tema rivelano alcuni comportamenti interessanti legati all'ansia da ricarica: in media, le persone possiedono tre o più cavi di ricarica per smartphone, prendono segretamente in prestito il caricabatterie di qualcun altro, ordinano qualcosa in un bar o in un ristorante solo per utilizzare una presa di corrente, uno su tre salta la palestra se deve rinunciare a ricaricare il telefono e quasi la metà di noi ha avuto una discussione con l'altra persona a causa di chiamate o messaggi non ricevuti a causa di uno smartphone scarico. Esiste quindi una soluzione per rimettere in sesto la nostra vita sentimentale e allo stesso tempo assicurarci di andare in palestra un paio di volte alla settimana? Esiste e si chiama Brick, una startup svedese in rapida crescita che permette di ricaricare il telefono ovunque ci si trovi, anche in movimento. 

Nel 2019, il CEO di Brick Emil Esselin è tornato a casa dopo una serata fuori con la fidanzata e non è riuscito ad aprire la porta d'ingresso perché il suo telefono era privo di alimentazione e quindi non era in grado di accedere alla sua serratura digitale.

"Sono sempre stato un tipo tecnologico, ma quando non sono riuscito a entrare in casa mia perché il mio telefono era scarico, è nata l'idea fondamentale di Brick: la tecnologia dovrebbe sempre abilitarti, non disabilitarti", dice Emil Esselin. Ma la proprietà non è la soluzione al problema: si tratta di attingere all'economia condivisa, che è ciò che stiamo facendo con Brick".

L'accesso batte la proprietà: è meglio avere le cose quando servono, piuttosto che portarsele dietro per il momento in cui potrebbero servire.

Emil Esselin CEO Brick

Le persone prestano, prendono in prestito e condividono le cose da sempre, ma il concetto moderno di sharing economy - o consumo collaborativo - è stato abilitato da nuove tecnologie e app. Secondo PwC (Price Waterhouse Cooper) l'economia condivisa raggiungerà i 335 miliardi di dollari entro il 2025 e le aziende che lavorano con le economie di condivisione cresceranno del 2.333% nei prossimi dodici anni. Ma se molti di noi pensano a Uber o Airbnb quando pensano all'economia condivisa, questa si sta diffondendo in molti altri modelli di business, stravolgendone alcuni. Perché? Le aspettative e le richieste dei consumatori giocano un ruolo importante, così come la sostenibilità e i costi.

A differenza delle precedenti soluzioni di stazioni di ricarica, non è necessario inserire il telefono in una stazione Brick e attendere che si ricarichi. Al contrario, si scansiona la stazione Brick con l'app sul telefono e viene fuori un power bank. Ha tutti i cavi necessari, indipendentemente dal tipo di dispositivo portatile che si desidera caricare. E si può portare con sé il power bank durante la giornata, restituendolo a qualsiasi Brickstation, ovunque.

"La soluzione Brick è a disposizione delle persone quando ne hanno bisogno: siamo il vostro partner affidabile", afferma Emil Esselin. "Abbiamo installato le stazioni Brick in negozi di alimentari, grandi magazzini, hotel, bar e ristoranti, centri commerciali, uffici e persino sugli autobus. Ad esempio, Stoccolma ha investito milioni per installare caricatori USB sugli autobus. Ora che ci sono, tutti si allontanano dalle porte USB. Questo evidenzia un grande problema: quando si tratta di tecnologia e di grandi aziende, se si vogliono fare installazioni si rimane sempre indietro. Ora stiamo lavorando sugli autobus di Stoccolma e offriamo un retrofit, in modo che non debbano investire durante la fase di produzione. Invece, stiamo installando le stazioni Brick e rendiamo il loro investimento tecnologicamente sicuro. Ma non siamo in concorrenza con il cavo: siamo la soluzione quando vi rimane il 15% e state correndo a un appuntamento o a una riunione e avete bisogno di succo. Siamo il vostro salvavita in movimento".

icona delle citazioni

La soluzione Brick non solo risponde alle richieste dei consumatori, ma lo fa in modo sostenibile.

"Se si considera un'automobile, il 95% delle volte non viene utilizzata. Se si guarda a un power bank che si porta in borsa, probabilmente non viene utilizzato il 99% delle volte", spiega Emil Esselin. "Stiamo eliminando tutti questi rifiuti elettronici supplementari rendendo disponibili i power bank dove e quando servono. Credo che la mentalità stia cambiando e che l'economia condivisa si stia diffondendo in tutto il mondo, favorendo la sostenibilità e riducendo i rifiuti elettronici".

E se le persone non restituiscono i caricabatterie allo stesso o a un altro power bank? Non è un problema. Brick addebita un piccolo deposito, quindi se non restituite il caricabatterie, è vostro e perderete il deposito.

"Ma vogliamo che vengano restituiti", dice ridendo Emil Esselin. "Stiamo sviluppando un ecosistema con stazioni ovunque, in modo che si possa prendere un caricabatterie da una stazione e restituirlo a un'altra. Si può anche prenderne uno a Stoccolma e restituirlo a una stazione Brick in Australia, perché l'ecosistema che stiamo costruendo è globale".

Brick ha sviluppato il suo concetto in Svezia, sviluppando la tecnologia - sia il software che l'hardware - in modo da essere in grado di scalare rapidamente.

"La sfida più grande che stiamo affrontando è quella di costruire un'infrastruttura per il futuro condiviso. Stiamo cercando di far espandere rapidamente il nostro ecosistema e abbiamo appena firmato la Nigeria, la Polonia e Panama, quindi ora abbiamo 8 diversi partner di rete firmati negli ultimi otto mesi. Tutti i partner di rete hanno sfide individuali in termini di IoT e connettività, quindi siamo grati per l'esperienza di Tele2. Presto saremo disponibili in tutti i continenti del mondo: il nostro ecosistema è diventato globale".

Tele2 IoT, connettività e dati

La maggior parte delle stazioni Brick è collegata con schede SIM IoT di Tele2 che utilizzano 4G e LTE, anche se per alcuni Paesi in cui ci sono problemi normativi la configurazione è leggermente diversa. Le SIM sono gestite con 2CONTROL (Cisco IoT Control Center).

"Senza una connettività affidabile, la nostra soluzione non può letteralmente funzionare", afferma Emil Esselin. Se la connettività non funziona, nessuno può noleggiare un caricabatterie e nessuno può restituirlo perché l'app non è in grado di parlare con la stazione".

Le stesse stazioni Brick non richiedono molti dati - circa mezzo megabyte al giorno - ma necessitano di una comunicazione costante, quindi Brick sfrutta il roaming.

Contattate