La gestione degli asset è uno dei casi d'uso originali dell'IoT e ha dimostrato di apportare un valore reale in una miriade di settori. La gestione degli asset IoT si riferisce al monitoraggio e alla gestione di singoli asset connessi tramite dispositivi e sensori per acquisire e riportare informazioni. I dispositivi IoT collegano gli asset a una piattaforma centrale, consentendo di utilizzare flussi di dati in tempo reale per monitorare, tracciare e gestire il ciclo di vita degli asset.

Questo ha cambiato le carte in tavola per molte aziende, che prima si affidavano a procedure manuali laboriose e soggette a errori. Infatti, secondo uno studio di Webisoft, le aziende che utilizzano l'IoT per la tracciabilità degli asset hanno registrato un impressionante aumento dell'efficienza, con una riduzione del 20% dei costi di manutenzione e un aumento del 15% dell'efficacia complessiva delle apparecchiature. In altre parole, l'IoT ha trasformato la gestione degli asset, rivoluzionando le pratiche tradizionali e favorendo la produttività e il successo.

icona delle citazioni

Con l'IoT è possibile tracciare e mantenere qualsiasi cosa, dalle attrezzature in fabbrica, alle materie prime o ai prodotti finiti, fino ai beni mobili, come i veicoli, per tutto il loro ciclo di vita.

La connessione dei vostri asset con dispositivi e sensori IoT vi permette di raccogliere dati storici e in tempo reale sullo stato, le condizioni e le prestazioni di ogni asset, oltre ad automatizzare i vostri processi, ridurre i costi operativi, aumentare la produttività, migliorare la sicurezza ed estendere la longevità dei vostri asset.

Ottimizzazione delle risorse

La tecnologia IoT svolge un ruolo fondamentale nel massimizzare l'efficienza degli asset e ridurre al minimo gli sprechi. Lo fa attraverso il monitoraggio e l'analisi continua dei dati, che forniscono una visione approfondita dell'utilizzo e delle prestazioni degli asset. In questo modo è possibile comprendere chiaramente come, quando e dove vengono utilizzati gli asset, consentendo un'allocazione più consapevole e strategica delle risorse.

In termini reali, ciò significa identificare i punti in cui le risorse sono sovra o sottoutilizzate, in modo da apportare modifiche che possono portare a una riduzione dei costi operativi. Questo tipo di regolazione fine della distribuzione delle risorse assicura che ogni asset sia utilizzato alla sua capacità ottimale, evitando costi inutili legati ad esempio all'energia e alla manutenzione.

icona delle citazioni

Oltre alla riduzione dei costi, l'utilizzo dell'IoT può migliorare la produttività complessiva, allocando le risorse in modo da massimizzare la produzione e l'efficienza.

In altre parole, rendere disponibili e funzionanti le risorse giuste al momento giusto significa mantenere standard di prestazioni elevati.

Dati in tempo reale

I dati in tempo reale trasformano la gestione degli asset. I sensori IoT consentono di ricevere aggiornamenti costanti sulle condizioni, la posizione e i modelli di utilizzo delle risorse. Queste informazioni consentono di prendere decisioni informate e basate sui dati, dai programmi di manutenzione all'impiego delle risorse, fino all'allocazione delle stesse. Inoltre, consentono la manutenzione predittiva, prevenendo i problemi prima che si aggravino e risparmiando così denaro, tempo e manodopera.

Se consideriamo l'Industrial IoT, l'integrazione della tecnologia IoT consente ai produttori di analizzare e monitorare tre aspetti cruciali delle loro apparecchiature: disponibilità, qualità e prestazioni. Queste informazioni in tempo reale riducono al minimo le perdite e i tempi di inattività.

Manutenzione predittiva

Questa è un'applicazione chiave dell'IoT nella gestione degli asset. L'analisi dei dati provenienti dai sensori IoT consente di utilizzare algoritmi predittivi per stimare quando è probabile che un asset richieda manutenzione o sostituzione. Rispetto alla tradizionale manutenzione reattiva, la vostra azienda diventerà molto più efficiente ed economica, riducendo notevolmente i costosi tempi di inattività.

Si tratta di un cambiamento significativo nel modo in cui un'azienda si approccia alla cura degli asset, con i dispositivi IoT che generano dati critici su tutto, dalla temperatura alle vibrazioni, fino all'usura generale, che in ultima analisi forniscono una visione completa dello stato di ogni asset. In termini reali, ciò significa che è possibile rilevare schemi e irregolarità che potrebbero indicare potenziali guasti o malfunzionamenti delle apparecchiature. Anticipare i potenziali problemi prima che si trasformino in guasti consente di pianificare e indirizzare gli interventi di manutenzione, anziché lavorare su un programma di manutenzione reattivo.

Scalabilità

La tecnologia IoT consente di adattarsi perfettamente alla gestione di un numero crescente di asset e all'aumento di dati che ne consegue, senza perdere in efficienza. La tecnologia IoT consente di adattare rapidamente la strategia di gestione degli asset e di prendere decisioni ponderate utilizzando i dati storici e in tempo reale. Ciò può riguardare la programmazione della manutenzione, l'allocazione delle risorse o l'ottimizzazione delle prestazioni. La capacità di reagire rapidamente ai cambiamenti del mercato o di altre attività significa avere un vantaggio competitivo rispetto a chi è ancora impantanato in vecchie pratiche.

Sicurezza

La tecnologia IoT consente di tracciare i beni in tempo reale, facilitando la localizzazione e il recupero di beni rubati o smarriti. Inoltre, i dispositivi IoT possono fornire avvisi in caso di accesso non autorizzato o manomissione, consentendo di intervenire rapidamente.

Conclusione

L'unione dell'IoT con il tracciamento degli asset ha trasformato molti settori, stabilendo nuovi standard di efficienza operativa. L'implementazione dell'IoT nella gestione degli asset offre una miriade di vantaggi, che vanno dall'automazione al controllo dei costi, fino al miglioramento del monitoraggio e dell'accuratezza.

Con l'evolversi delle tecnologie IoT, anche l'impatto che esse hanno sulla vostra azienda si evolve, con nuove opportunità che si aprono. Il business è un panorama in continua evoluzione e l'IoT non è solo un progresso tecnologico, ma un imperativo strategico ineludibile per qualsiasi azienda che voglia essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT consente la gestione degli asset, contattateci.

L'IoT e la digitalizzazione continuano ad avere un impatto su quasi tutti i settori e il retail non è da meno. Sebbene i retailer lavorino da tempo con l'RFID, le nuove e più avanzate tecnologie IoT offrono ai retailer l'opportunità di migliorare le operazioni e l'esperienza dei clienti, sia che si tratti di attività commerciali che di e-commerce. Dalla riduzione degli errori di inventario all'ottimizzazione delle catene di fornitura, dalla diminuzione dei costi di manodopera alla riduzione dei furti, l'IoT può apportare una miriade di benefici sia ai clienti che agli imprenditori. 

Ecco sette modi in cui l'IoT consente e migliora la vendita al dettaglio:

Raccolta dati in negozio

I sensori intelligenti consentono ai rivenditori di tracciare il traffico pedonale e il comportamento di acquisto, offrendo una serie di vantaggi. In primo luogo, la comprensione dei flussi di traffico consente alle aziende di evolvere il layout dei negozi e il posizionamento delle scorte in base a un merchandising basato sui dati, nonché di abbinare i prodotti e posizionarli dove possono essere facilmente trovati dai clienti. I marchi hanno anche l'opportunità di identificare i punti caldi del traffico, consentendo loro di posizionare strategicamente il materiale promozionale o la pubblicità negli spazi frequentati dagli acquirenti, creando maggiore consapevolezza con meno sforzo.

Cassa automatizzata

Ammettiamolo: a nessuno piace stare in lunghe file in attesa di pagare. Le file lunghe non solo fanno perdere clienti sul momento, ma possono anche dissuadere i clienti dal tornare nel vostro negozio. Detto questo, aggiungere altro personale per gestire il problema non è sempre la soluzione ottimale. Sebbene le casse automatiche abbiano contribuito ad alleviare il problema in una certa misura, i sistemi di cassa abilitati all'IoT sono la vera svolta. Un sistema di cassa automatizzato legge i tag su ogni articolo che il cliente ha messo nel carrello mentre esce dal negozio. In questo modo, invece di effettuare il check-out alla cassa con un dipendente o di passare attraverso una linea di self-checkout, il sistema di cassa automatizzato prende nota degli articoli e deduce il costo dall'applicazione di pagamento mobile del cliente. Il risultato è un acquisto più rapido, clienti più soddisfatti e costi ridotti per il rivenditore.

Scaffali intelligenti

La gestione dell'inventario è un'attività che richiede molto tempo, ma è fondamentale per assicurarsi che gli articoli non siano esauriti, non siano collocati in modo errato o rubati. Gli scaffali intelligenti consentono di tenere traccia dell'inventario e di ricevere un avviso quando le scorte si esauriscono o quando un articolo viene posizionato in modo errato su uno scaffale. I sensori IoT consentono di raccogliere informazioni e dati su ogni prodotto, il che non solo aiuta a monitorare i livelli di scorte, ma anche a rilevare i furti in negozio.

Sconti personalizzati

I programmi di fidelizzazione e gli sconti sono un modo ideale per dimostrare l'apprezzamento per i clienti che ritornano e per assicurarsi la loro fedeltà. I sensori IoT posizionati in un negozio possono distribuire sconti ai membri del programma fedeltà tramite i loro smartphone quando si trovano in prossimità di prodotti scontati. Inoltre, l'IoT può tracciare gli articoli che un cliente ha guardato online, inviandogli uno sconto personalizzato quando visita il negozio. Così, invece di offrire sconti generici su numerosi prodotti casuali, ogni sconto può essere personalizzato per i singoli clienti, massimizzando i tassi di conversione.

Layout ottimizzato del negozio

Pianificare il layout di un negozio può essere complicato, ma grazie all'uso dei dati IoT e delle analisi, il layout di un negozio può essere ottimizzato non solo per il rivenditore, ma anche per i clienti. Questo non solo migliora l'esperienza del cliente, ma aumenta anche la redditività. L'impiego di sensori lungo i corridoi può aiutare i rivenditori a posizionare i prodotti in relazione al comportamento dei clienti, ad esempio posizionando i prodotti meno richiesti in primo piano e quelli più richiesti in fondo. I dati raccolti forniscono anche informazioni sul comportamento dei clienti e sulle loro preferenze di acquisto.

Monitoraggio della sicurezza alimentare

I rivenditori di alimenti e bevande sanno che l'efficienza delle operazioni è fondamentale quando si tratta di offrire ai clienti prodotti adatti al consumo. Stabilire e mantenere un'attività efficiente, tuttavia, può essere impegnativo e influenzato da diversi fattori. Qualsiasi cosa, da un'interruzione elettrica a un errore del personale, può portare alla contaminazione delle scorte, al loro deterioramento e alla loro perdita, con conseguenti costi. I sensori IoT possono prevenire le perdite e mitigare gli errori umani monitorando le merci deperibili in tempo reale. Possono registrare automaticamente le temperature nelle aree di preparazione, nei frigoriferi, nei congelatori e in altre apparecchiature, impostando soglie per ogni sensore e ricevendo un avviso ogni volta che una soglia viene superata. Questo aiuta a proteggere le scorte, garantendo che le aree di stoccaggio degli alimenti rimangano conformi alle temperature.

Ottimizzazione della catena di approvvigionamento

Gestire le aspettative dei clienti è fondamentale nella vendita al dettaglio e l'IoT consente ai rivenditori di farlo grazie a informazioni aggiornate sulla disponibilità delle scorte. A partire dal magazzino, i sensori IoT sugli scaffali dei prodotti possono monitorare le fluttuazioni di peso che segnalano l'esaurimento dei prodotti. Questa capacità di riconoscere la popolarità di determinati prodotti, come quelli che vanno a ruba, consente ai rivenditori di rifornirsi in modo proattivo e tempestivo. Si tratta di un aspetto sempre più importante, dato che sempre più clienti si spostano verso gli acquisti online: l'inventario fisico non è visibile, quindi la capacità di sapere quando rifornirsi prima che qualcuno acquisti un articolo non disponibile riduce il rischio di errori transazionali. Inoltre, i magazzini sono grandi e trovare un particolare prodotto può essere come trovare un ago in un pagliaio: l'impiego di sensori nel vostro magazzino porta a una maggiore visibilità generale e a processi più snelli.

La logistica è complessa e comporta il coordinamento di più elementi. Oggi, con l'aumento della domanda di consegne online, i cicli di consegna più brevi, la crescente concorrenza e la riduzione dei margini di guadagno, le imprese sono più che mai sotto pressione per garantire una gestione della logistica snella ed efficiente. La digitalizzazione e l'introduzione delle tecnologie IoT hanno permesso al settore di sperimentare un enorme aumento dell'efficienza: ottimizzare i processi, rimanere competitivi con i rivali del mercato, aumentare la qualità del servizio e tenere sotto controllo i costi.

Con l'IoT, le aziende sono in grado di integrare gli asset della catena di fornitura in un unico sistema. Le funzionalità di raccolta e tracciamento dei dati forniscono visibilità sull'intera catena del valore per migliorare l'efficienza del magazzino e la gestione della flotta.

Quindi, perché investire in una soluzione logistica IoT e perché integrare la tecnologia connessa nelle vostre operazioni. Ecco perché:

Magazzino e stoccaggio

Con l'IoT, potete essere consapevoli di ogni parte in movimento del vostro magazzino. I sensori connessi possono tenere sotto stretto controllo l'inventario, tracciando e analizzando le posizioni e i livelli delle scorte in tutta l'attività. Gli scaffali intelligenti forniscono informazioni sull'inventario, avvisandovi quando le scorte sono basse, i prodotti si sono spostati, le temperature sono inadatte, quando c'è un furto, ecc. Inoltre, gli indossabili consentono di monitorare lo stato di salute, la posizione e le prestazioni dei dipendenti, nonché di segnalare collisioni e cadute, migliorando la sicurezza dell'attività. I sensori IoT possono anche monitorare le condizioni operative di macchine e altre attrezzature, consentendo la massima produttività e la manutenzione predittiva, che riduce i costi delle riparazioni e mantiene al minimo i tempi di fermo.

Tracciabilità del prodotto end-to-end

La trasparenza è il nome del gioco quando si integra la tecnologia IoT nella logistica. Un sistema di tracciamento IoT consente ai responsabili della logistica di seguire il movimento di qualsiasi prodotto dal magazzino alla porta di casa del cliente. Questo garantisce trasparenza, riduce gli errori umani (e la conseguente pressione sul personale) e aumenta la soddisfazione dei clienti. La tracciabilità delle consegne in tempo reale diventa un'operazione senza soluzione di continuità e riduce i grattacapi per tutti, perché sarete in grado di dire a qualsiasi cliente che chiama per sapere dove si trova la sua consegna esattamente dove si trova e quando arriverà. Ciò consente anche di risparmiare tempo ai rappresentanti del servizio clienti, che possono facilmente individuare la posizione esatta di una consegna.

Gestione della flotta

Un sistema di tracciamento e gestione dei veicoli basato sull'IoT vi permette di monitorare facilmente la vostra flotta. I dispositivi IoT forniscono dati accurati che consentono di risparmiare tempo e denaro e di ridurre i tempi di inattività, il che si traduce in decisioni aziendali migliori e maggiormente basate sui dati.

  • Prestazioni del motore
  • Consumo di carburante
  • Informazioni basate sulla posizione
  • Comportamento del conducente
  • Manutenzione predittiva

Accuratezza delle previsioni

Con tutti questi dati generati e analizzati, sarete in grado di ottenere un quadro molto chiaro su tutto, da quanto tempo ci vuole per vendere una determinata quantità di prodotto e come ottimizzare le consegne di quel prodotto a quali venditori hanno un track record migliore e quali centri di distribuzione hanno tassi di conversione più elevati. Il risultato? Una maggiore precisione nella pianificazione delle operazioni e nella previsione dei risultati. Passando a un processo decisionale basato sui dati, l'errore umano si riduce in modo significativo. Inoltre, la raccolta automatica dei dati consente non solo di risparmiare le ore di lavoro precedentemente dedicate alla raccolta manuale dei dati, ma anche di raccogliere dati che sarebbe stato difficile o impossibile raccogliere senza l'IoT.

Se desiderate saperne di più sui vantaggi dell'IoT nelle vostre operazioni logistiche, contattateci.

Mentre i droni sono stati a lungo associati a costose applicazioni militari o, all'altro capo dello spettro, a gadget tecnologici per hobbisti, oggi sono sempre più spesso oggetto di applicazioni commerciali pratiche. Negli ultimi anni, l'uso dei droni si è esteso a un'ampia gamma di settori, che vanno dalle consegne, al monitoraggio delle infrastrutture e delle colture, alla mappatura, all'ispezione di siti industriali, alla risposta alle emergenze e alla sorveglianza della sicurezza. Man mano che un numero sempre maggiore di industrie scopre i vantaggi che i droni apportano alle loro attività, i casi d'uso continueranno a crescere, con la tecnologia IoT che porta costi ed efficienza operativa.

I droni esistono da molto tempo: il concetto di veicoli aerei senza pilota (UAV) risale al 1849, quando l'Austria attaccò Venezia usando palloni senza pilota riempiti di esplosivo. Ma se da allora i militari di tutto il mondo hanno guidato la tecnologia dei droni, questi ultimi sono entrati prepotentemente anche negli spazi commerciali e di consumo.

icona delle citazioni

Quando si parla di impiego dei droni in ambito aziendale, l'IoT fa sempre più parte del quadro. I droni abilitati all'IoT sono in grado di svolgere una serie di compiti importanti, in particolare quando tali compiti sono costosi, pericolosi o impossibili da svolgere per l'uomo.

Logistica

Solo negli Stati Uniti, il mercato dei droni per consegne è cresciuto da 40 milioni di dollari a 1 miliardo di dollari tra il 2012 e il 2017, con un raddoppio entro il 2020. Entro il 2026, si prevede che raggiungerà i 5,6 miliardi di dollari.

La consegna dell'ultimo miglio è il tratto più costoso e difficile del viaggio di un pacco, e rappresenta circa il 50% dei costi totali di distribuzione. La tecnologia dei droni ottimizza la consegna dell'ultimo miglio trasportando i pacchi da magazzini o centri di distribuzione vicini a un indirizzo specifico.

Inoltre, a differenza dei veicoli di consegna tradizionali, i droni possono "volare in linea d'aria", evitando così il traffico e i percorsi di consegna tortuosi. I droni sono anche veloci, rendendo la consegna in giornata la norma in molte aree e, in alcuni casi, rendendo possibile anche la consegna in "un'ora".

Ciò significa anche che l'utilizzo dei droni per le consegne comporta vantaggi per l'ambiente: la consegna media di un pacco tramite camion genera circa 1 kg di emissioni di gas serra. I droni, invece, riducono sia il consumo di energia che il rilascio di gas serra, perché generalmente funzionano a batteria. Se le batterie vengono caricate con energia verde, la notevole quantità di carbonio emessa dal trasporto commerciale e industriale sarà notevolmente ridotta.

Oltre alle consegne, i droni aumenteranno l'efficienza dei magazzini, girando intorno al perimetro dei magazzini per condurre ispezioni di sicurezza e supportando anche le ispezioni, la manutenzione preventiva e la riparazione di macchinari complessi all'interno di un impianto di produzione. I droni possono anche essere utilizzati per accelerare i processi di prelievo e di messa a posto, con droni leggeri che possono essere un'alternativa ai nastri trasportatori o ai carrelli elevatori per il recupero e la messa a posto degli ordini.

Infine, i droni intelligenti sono fondamentali nei casi in cui altre modalità di trasporto non sono praticabili, come la consegna di forniture mediche e di soccorso vitali in zone disastrate o in altre situazioni di emergenza.

Agricoltura

Con una popolazione mondiale che si prevede raggiungerà i 9,6 miliardi entro il 2050, le pratiche agricole innovative saranno fondamentali per sfamare tutti. La tecnologia dei droni intelligenti consentirà l'applicazione di tecniche di agricoltura di precisione, che assicurano l'efficienza di input come acqua e fertilizzanti, massimizzando la produttività, la qualità e la resa. L'agricoltura di precisione aiuta anche a ridurre al minimo i parassiti, le inondazioni indesiderate e le malattie. In altre parole, i droni stanno rivoluzionando l'agricoltura e offrono importanti risparmi sui costi, una maggiore efficienza e una maggiore redditività.

I droni possono effettuare un monitoraggio completo delle condizioni delle colture e del bestiame, con la capacità di individuare rapidamente problemi che potrebbero non essere evidenti dal terreno. Rilevando rapidamente ampie zone di terreno agricolo, i droni possono mappare la proprietà, prevedere e monitorare la crescita delle colture, fornire informazioni sulla loro salute, monitorare l'irrigazione e migliorare l'accuratezza dell'irrorazione. Un esempio è la fotografia time-lapse di un drone che rivela che una coltura non viene irrigata correttamente.

La capacità di raccogliere e analizzare i dati in tempo reale ha risultati molto tangibili: migliore resa dei raccolti, migliore utilizzo delle risorse e processo decisionale basato sui dati. Inoltre, grazie alla capacità di identificare parassiti, erbe infestanti, malattie ed efficienza nutrizionale nelle fasi iniziali, si riduce la necessità di utilizzare pesticidi e altri prodotti chimici dannosi.

Per saperne di più sull'IoT e l'agricoltura, cliccate qui.

Applicazioni industriali

L'ispezione e la manutenzione degli impianti industriali possono essere impegnative e pericolose. Caldaie, forni, miniere, reti elettriche, porti marittimi, petrolio e gas: tutte queste aree sono difficilmente accessibili e possono rappresentare un rischio per la salute dei lavoratori. I droni intelligenti, tuttavia, accelerano la manutenzione e le ispezioni in modo molto più sicuro: grazie all'uso di sensori e telecamere, i droni raccolgono dati che vengono poi trasmessi in tempo reale a un ispettore, il quale può agire in base a tali informazioni in modo sicuro e protetto.

icona delle citazioni

Impiegando i droni durante le varie fasi del ciclo di vita di un impianto, i dati raccolti possono essere utilizzati per migliorare e ottimizzare i processi industriali e aumentare l'efficienza operativa. Grazie alla loro visibilità pressoché illimitata, i droni sono in grado di acquisire dati aerei in tempo reale, consentendo una raccolta di dati rapida e senza interruzioni, che a sua volta alimenta processi aziendali informati.

I droni possono essere utilizzati in operazioni come gli impianti petroliferi e del gas per la sicurezza, la sorveglianza, la risposta alle emergenze e l'ispezione delle infrastrutture. Nei porti marittimi, la supervisione operativa, il monitoraggio del porto, il controllo del traffico, la mappatura e i rilievi possono essere eseguiti dai droni. Nel settore minerario, i droni hanno una serie di applicazioni, come il rilievo delle miniere, la gestione dell'inventario, la stima delle scorte e il rilevamento dei punti caldi. Inoltre, i droni possono fornire informazioni dettagliate sui siti potenziali prima dell'avvio di un progetto minerario. I droni possono anche accedere ad aree altamente tossiche e/o difficili da raggiungere e possono essere uno strumento vitale per la risposta alle emergenze.

Costruzione

Il settore delle costruzioni sta già investendo molto nei droni ed è uno dei principali utilizzatori di questa tecnologia, e a ragione. I droni offrono una visione a volo d'uccello di cantieri, macchinari e persone, fornendo informazioni cruciali prima, durante e dopo un progetto, oltre a monitorarne i progressi. I droni hanno accesso a luoghi normalmente inaccessibili o pericolosi da ispezionare, come i tetti, registrando e trasmettendo dati in tempo reale e riducendo gli incidenti e aumentando la sicurezza del cantiere.

I metodi tradizionali di sorveglianza del territorio richiedono molto lavoro, tempo e denaro. I droni, invece, forniscono informazioni preziose sul terreno e sulla distribuzione del territorio a una frazione del costo. I droni sono in grado di fornire informazioni preziose sul terreno e sulla distribuzione del terreno a costi ridotti, grazie a una vista a volo d'uccello dell'intero sito, ispezionando il terreno con un'accuratezza molto maggiore di quanto fosse possibile in precedenza.

Quando si tratta di strutture esistenti, i modelli 3D possono essere creati da scansioni effettuate da droni, il che può essere utile quando si tratta di ristrutturazioni e retrofitting, nonché per le ispezioni, evitando potenzialmente disastri come il recente crollo del condominio di Surfside in Florida. I dati possono anche essere convertiti in modelli di edifici, consentendo ai clienti di avere una migliore comprensione degli spazi e una visione dei risultati finali prima ancora che inizino i lavori di costruzione.

Una delle applicazioni più comuni dei droni nei cantieri edili è la supervisione e il controllo dell'avanzamento dei lavori durante l'intera durata del progetto. I droni monitorano l'avanzamento dei lavori sovrapponendo le immagini catturate ai progetti e ai disegni dell'edificio, consentendo di confermare - o meno - che il progetto sta procedendo secondo i piani. Le immagini possono anche essere utilizzate per identificare i difetti e contribuire a eliminare l'errore umano quando si tratta di ispezione e supervisione della qualità.

Dopo la costruzione, i droni possono valutare i danni in seguito a disastri naturali come uragani o tornado, identificando l'entità dei danni e individuando le aree che necessitano di attenzione immediata. Possono anche essere utilizzati per identificare le vittime e guidare gli operatori dell'emergenza in modo più sicuro.

Parlando di sicurezza, i cantieri possono essere luoghi pericolosi. Le ispezioni eseguite manualmente possono esporre i lavoratori a incidenti e lesioni, soprattutto quando si tratta di altezze elevate. I droni eliminano o riducono i rischi, garantendo al contempo un livello più elevato di accuratezza delle ispezioni.

Esistono una miriade di altre applicazioni commerciali per i droni, come la manutenzione delle fognature, le assicurazioni, le riprese cinematografiche e la sicurezza pubblica. I casi d'uso continueranno a crescere con l'evoluzione della tecnologia. Se a questo si aggiunge l'IoT, le possibilità diventano pressoché infinite.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può favorire la vostra attività, contattateci.

L'IoT svolge un ruolo cruciale nel potenziamento delle applicazioni per le smart city attraverso il monitoraggio e la gestione in tempo reale dei processi cittadini. Tuttavia, poiché si prevede che entro il 2030 quasi due terzi della popolazione mondiale vivrà in aree urbane, una delle maggiori sfide che le città dovranno affrontare è lo smaltimento dei rifiuti. Il mondo produce 2,01 miliardi di tonnellate di rifiuti solidi all'anno e la quantità di rifiuti prodotti dagli abitanti delle città è destinata a raggiungere i 3,40 miliardi di tonnellate entro il 2050. Anche le spese per lo smaltimento dei rifiuti sono in aumento: la Banca Mondiale prevede che i costi globali per la raccolta dei rifiuti raggiungeranno i 375 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni. Fortunatamente, le iniziative delle smart city stanno portando innovazione nel settore della gestione dei rifiuti. Valutato a poco meno di 1,5 miliardi di dollari nel 2018, il mercato della gestione intelligente dovrebbe raggiungere i 5 miliardi di dollari entro il 2025.

La gestione intelligente dei rifiuti è diventata una parte essenziale dell'ecosistema delle smart city, con sensori intelligenti abilitati all'IoT che consentono alle città di ottimizzare la raccolta dei rifiuti, ridurre il numero di cassonetti stracolmi e gestire le risorse. L'uso dell'IoT nella gestione dei rifiuti ha il potenziale per ridurre le spese inutili che sono il risultato di inefficienze operative nei processi di raccolta dei rifiuti. Si prevede che il numero di cassonetti intelligenti raggiungerà i 2,4 milioni entro il 2025 e, secondo Berg Insight, la rapida adozione di sensori intelligenti per i rifiuti determinerà una crescita del 29,8% fino al 2025.

I cestini intelligenti si basano principalmente sulle reti cellulari, che rappresentano circa tre quarti dei punti di raccolta dei rifiuti connessi nel 2020. Mentre le unità esistenti possono essere installate in un secondo momento, i sensori wireless vengono sempre più spesso pre-integrati nei cestini. E non sono le tecnologie cellulari convenzionali (2G/3G/4G) a guidare la crescita. Sono invece le tecnologie LPWA (low-power, wide area)(LTE-M e NB-IoT) a guidare la crescita. Queste tecnologie offrono opzioni di efficienza energetica e di costo che sfruttano le reti esistenti, oltre ad avere una forte sicurezza integrata, che le rende ideali per le applicazioni smart city.

Sono tre le aree critiche in cui l'IoT abilita i processi di gestione dei rifiuti.

Ottimizzazione del percorso

Tradizionalmente, i sistemi di gestione dei rifiuti hanno utilizzato un percorso predefinito basato su modelli storici per programmare la raccolta dei rifiuti e lo svuotamento dei punti di riciclaggio, indipendentemente dal fatto che fossero pieni o meno. I dispositivi IoT ribaltano questo modello utilizzando bidoni intelligenti per rilevare la posizione, la temperatura e il livello di riempimento in tempo reale; questi dati vengono poi utilizzati per pianificare i percorsi di raccolta ottimali, ottenendo un processo di raccolta efficiente che consente di risparmiare carburante e manodopera. Inoltre, i dati aiutanoa pianificare a lungo termine, ad esempio dove sono necessari più cassonetti o dove è possibile ridurne il numero.

I dati raccolti dai cassonetti intelligenti riducono anche il numero di ritiri errati o l'incidenza dei cassonetti stracolmi. Se un sensore rileva che un bidone è pieno, viene inviato un avviso automatico ai gestori dei rifiuti, che possono programmare un ritiro extra.

Riciclaggio intelligente

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, ogni anno vengono generati 50 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici. Poiché il numero di dispositivi elettronici che finiscono in discarica è in continuo aumento, i rifiuti elettronici sono stati identificati come un aspetto chiave nella gestione dei rifiuti solidi. I dispositivi elettronici dismessi contengono spesso sostanze chimiche nocive, come il litio delle batterie degli smartphone, che possono infiltrarsi nelle falde acquifere. Allo stesso tempo, questi dispositivi rappresentano un'opportunità per recuperare in modo efficiente metalli preziosi e di base, come oro e rame. I sistemi di gestione IoT consentono di registrare digitalmente i dispositivi e le batterie e, una volta esaurita la batteria, è possibile attivare la localizzazione dei telefoni, dei sensori IoT e di altri dispositivi elettronici, programmando il ritiro da parte dei produttori o dei gestori dei rifiuti, e persino la sostituzione, molto prima che finiscano in discarica.

La capacità di incorporare le tecnologie IoT nei contenitori consente anche di utilizzare l'apprendimento automatico, l'intelligenza artificiale e la visione computerizzata in grado di elaborare il tipo di materiale presente nel contenitore, consentendo una migliore differenziazione e una riduzione degli errori umani, nonché un lavoro più semplice a valle nei centri di riciclaggio. Inoltre, i bidoni intelligenti emergenti sono in grado di identificare e smistare i rifiuti in categorie come vetro, carta, plastica e metallo, di comprimerli e di notificare agli operatori sanitari i livelli di riempimento di ciascuna categoria di rifiuti, consentendo una società più sostenibile.

Analisi dei dati

I dispositivi connessi registrano la velocità con cui i cassonetti si riempiono, monitorando anche la frequenza con cui vengono svuotati e il loro contenuto. I sistemi di gestione IoT sono il luogo in cui tutto questo si riunisce e brilla. I dati aprono infinite possibilità, come la pianificazione di una migliore distribuzione dei cassonetti, l'eliminazione di pratiche di smaltimento scorrette e persino la riduzione della quantità di rifiuti che finiscono in discarica. L'analisi dei dati può aiutare a valutare le tendenze per pianificare meglio i processi di gestione dei rifiuti, portando a una migliore allocazione delle risorse e a una popolazione più felice. E a proposito di questa popolazione più felice, un'app per smart city può dare ai cittadini la possibilità di inserire informazioni sul campo, che possono essere utilizzate sia in tempo reale, ad esempio quando qualcuno segnala un cassonetto rotto o simili, sia aggiungendo questi dati a quelli raccolti da altre fonti, che possono ottimizzare ulteriormente i processi.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può abilitare la vostra città o azienda intelligente, contattateci.

Anche prima della Covid-19, gli enti di beneficenza faticavano ad abbracciare la tecnologia digitale. La pandemia globale, tuttavia, ha reso evidente che la tecnologia digitale sarà fondamentale per gli sforzi del settore in futuro. L'impatto della Covid sul settore caritativo è stato duplice: c'è stato un forte aumento della domanda di servizi caritativi come banche alimentari, servizi di supporto e associazioni animaliste, mentre allo stesso tempo si è registrato un notevole calo delle donazioni. Le restrizioni imposte da Covid-19 hanno limitato le raccolte di fondi faccia a faccia o le hanno cancellate del tutto, mentre anche le raccolte di fondi da banco nei negozi hanno subito un colpo significativo, sia a causa delle restrizioni di Covid sia perché le persone sono state incoraggiate a pagare con la carta.

La buona notizia è che, mentre le sfide che la società si trova ad affrontare sulla scia di Covid continueranno ad avere un impatto sugli enti di beneficenza, molti stanno vedendo l'opportunità di trarre vantaggio dai progressi della tecnologia. L'IoT ha fatto il suo ingresso in quasi tutti i settori e per il settore non profit sta consentendo alle organizzazioni caritative di offrire servizi migliori, cambiando anche il modo in cui raccolgono fondi. Ecco come:

Donazioni senza contanti

Molte persone non portano più con sé contanti e alcuni Paesi, come la Svezia, sono sul punto di diventare una vera e propria società senza contanti. Sebbene alcuni enti di beneficenza abbiano già adottato terminali wireless per le donazioni con carta, le casse per soli contanti continuano a essere più numerose di quelle in grado di accettare pagamenti con carta. La situazione sta però cambiando, con un numero crescente di enti di beneficenza, associazioni, luoghi di culto e altri enti no-profit che adottano punti di donazione wireless.

Una cassetta per le donazioni abilitata all'IoT può essere statica o mobile, o entrambe, e apre nuove modalità connesse di raccolta fondi. Infatti, nei Paesi Bassi, quando WhyDonate ha introdotto le cassette per le donazioni connesse, l'associazione ha registrato un aumento del 200% dell'importo medio delle donazioni nei primi mesi di test. Inoltre, con un numero sempre maggiore di persone che utilizzano i portafogli mobili, un donatore può semplicemente toccare il proprio telefono o orologio contro un'etichetta intelligente o scansionare un codice QR per effettuare una donazione. Gli enti di beneficenza che effettuano donazioni agli angoli delle strade possono raccogliere fondi dai pedoni semplicemente toccando la loro carta o il loro telefono. I dati raccolti da questi dispositivi consentono agli enti di beneficenza di creare profili digitali del donatore tipo, che possono essere utili per individuare i propri sforzi in futuro.

Tracker per il fitness

Molte organizzazioni benefiche raccolgono fondi attraverso eventi organizzati, come corse o passeggiate sponsorizzate. In passato, se si aveva bisogno di sponsor, si potevano sollecitare amici, familiari, colleghi di lavoro e altri. Sulla scia di Covid, sono emerse diverse soluzioni che consentono alle persone di partecipare a corse o passeggiate di beneficenza senza riunirsi in grandi gruppi. Le applicazioni tengono traccia della posizione scelta da una persona e il denaro viene raccolto mentre questa percorre una "pista virtuale". Poiché gli sponsor possono seguire i progressi compiuti, tutti rimangono motivati e investiti nel risultato. Alcune soluzioni includono funzioni che consentono alle organizzazioni di creare tappe personalizzate e la maggior parte funziona bene sia su uno smartphone che su un fitness tracker.

Trasparenza

Quasi tre Millennials su quattro fanno una donazione in beneficenza all'anno e più della metà della Gen Z sta considerando attivamente una carriera nel settore non profit. Per le nuove generazioni, però, non è più sufficiente lanciare un ballo di beneficenza e vedere i soldi che arrivano. I donatori più giovani vogliono invece sapere dove vanno a finire i loro soldi e vogliono vederne i risultati.

L'IoT consente agli enti di beneficenza di monitorare i risultati attraverso sensori collegati e altri dispositivi intelligenti; con i dati generati, le organizzazioni non profit sono in grado di catturare e comunicare l'impatto che il loro lavoro sta avendo con risultati concreti. Se un'organizzazione benefica si occupa di fornire acqua potabile ai bambini delle nazioni in via di sviluppo, i sensori di un pozzo d'acqua potrebbero, ad esempio, raccogliere dati che indicano tutto, dalla manutenzione all'utilizzo dell'acqua, mostrando ai donatori esattamente cosa stanno sostenendo con la loro donazione.

Donazione virtuale

Dopo mesi e mesi di riunioni di lavoro virtuali, conferenze virtuali e vita virtuale, non sorprende che ora si possa donare virtualmente, e i dispositivi connessi lo rendono facile come chiedere ad Alexa a che ora parte il prossimo treno. Secondo un sondaggio della National Public Radio (NPR) negli Stati Uniti, il 57% delle persone che possiedono un assistente intelligente lo ha usato per ordinare qualcosa, quindi non è un grande salto passare dal pagare un prodotto al sostenere la propria associazione benefica preferita.

Anche le organizzazioni non profit possono trarre vantaggio dalla tecnologia degli assistenti intelligenti, incoraggiando comportamenti in linea con la loro missione. Se la missione è ridurre gli sprechi alimentari, gli assistenti intelligenti possono dare consigli su come raggiungere questo obiettivo. Gli assistenti intelligenti possono anche mettere in contatto le organizzazioni non profit con i singoli donatori e le aziende. La British Heart Foundation utilizza già gli altoparlanti intelligenti per raccogliere donazioni utilizzando il riconoscimento vocale attraverso i microfoni connessi all'IoT dei dispositivi.

Gli schermi digitali continuano a crescere negli spazi pubblici, offrendo agli enti di beneficenza un nuovo modo di condividere il loro messaggio con i potenziali sostenitori e, auspicabilmente, di sollecitare le donazioni.

Realtà virtuale

Molte organizzazioni non profit si sono affidate a viaggi costosi e a lunga distanza per mostrare agli investitori dove sono destinate le loro donazioni. La realtà virtuale (VR) consente agli investitori di sperimentare progetti in luoghi lontani senza mai uscire di casa. Questo non solo permette a un maggior numero di potenziali donatori di vedere il lavoro dell'organizzazione benefica, ma consente anche di destinare il denaro che in precedenza sarebbe stato utilizzato per pagare le spese di viaggio direttamente al servizio delle persone.

Le tecnologie VR non costano poco (ancora), ma abbinando con cura la tecnologia al caso d'uso, le organizzazioni otterranno probabilmente un sostegno più forte e quindi compenseranno i costi iniziali con relazioni a lungo termine con i donatori.

Ci sono una miriade di altri modi in cui l'IoT permette di fare beneficenza, tra cui le telecamere connesse alle stazioni di soccorso e l'utilizzo delle riprese in tempo reale durante gli eventi di raccolta fondi per mostrare ai cittadini esattamente come viene utilizzato il loro denaro. HabitatMap, con sede a Brooklyn, ha lanciato qualche anno fa AirBean, un sensore compatto e a basso costo che misura le concentrazioni iperlocali di particelle microscopiche nocive nell'aria, nonché l'umidità e la temperatura. I dati vengono poi utilizzati per creare una mappa globale della qualità dell'aria, che a sua volta migliora gli sforzi per ridurre l'inquinamento. Questo è solo un altro esempio di come il settore della beneficenza si stia evolvendo con l'aiuto dell'IoT.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può aiutare la vostra organizzazione, contattateci.

Sebbene l'adozione delle tecnologie IoT nel settore finanziario non sia così elevata come in molti altri settori, ciò è comprensibile, data la natura conservativa dell'attività. Ma le startup fintech, le banche e le altre istituzioni finanziarie in grado di vedere le possibilità offerte dall'IoT diventeranno i leader del settore di domani.

Quasi tutti i settori si stanno già digitalizzando o stanno pianificando di farlo, e oggi non è diverso per il settore bancario. Poiché sempre più clienti si aspettano esperienze personalizzate, la necessità di dati e analisi in tempo reale non fa che aumentare. Nel settore bancario, l'uso dei dati aiuta a comprendere le abitudini di acquisto e la salute finanziaria, oltre a generare nuovi flussi di entrate e a consentire ciò di cui molti di noi stanno già godendo: un'esperienza bancaria interamente digitale.

Solo negli Stati Uniti, l'81% dei consumatori utilizza già il mobile banking, un numero che è ancora più alto in altre regioni, come i Paesi nordici, dove l'utilizzo dei servizi bancari online riguarda l'84-95% della popolazione. Con questi numeri, è chiaro che non si tratta di stabilire se le banche adotteranno la trasformazione digitale nelle loro operazioni, ma quando e come, ed è l'IoT che sta contribuendo a questo cambiamento.

Esperienza bancaria migliorata

Indipendentemente dal fatto che il consumatore si rechi in una filiale fisica o effettui operazioni bancarie online, le tecnologie IoT consentono esperienze più comode e personalizzate. Da tempo si vedono bancomat nei centri commerciali, nei negozi di alimentari, lungo le strade trafficate per lo shopping, ecc. I bancomat sono in realtà un primo prototipo di dispositivo IoT, che consente di effettuare transazioni in tempo reale e di eliminare la necessità di fare la fila in banca per accedere ai conti, con conseguente riduzione dei costi del personale.

Per migliorare ulteriormente l'esperienza dei clienti e ridurre al contempo i costi, le banche si stanno rivolgendo alle nuove tecnologie IoT. Alcune banche hanno iniziato a utilizzare i beacon per inviare offerte personalizzate agli smartphone dei clienti non appena entrano in banca, mentre alcuni sportelli bancomat dispongono di video in live stream che consentono ai clienti di parlare con qualcuno della banca se è necessario un ulteriore supporto. Questo approccio più incentrato sul cliente consente alle banche di soddisfare le esigenze di gruppi demografici specifici. Inoltre, i dati raccolti possono essere utilizzati per creare profili di clienti che possono essere sfruttati per migliorare la loro salute finanziaria e per creare fiducia e fedeltà.

A proposito di dati...

I clienti utilizzano sempre più spesso dispositivi intelligenti per effettuare operazioni bancarie e i dati raccolti dal mobile banking e dalle app, ad esempio, consentono alle banche di anticipare le esigenze dei clienti e di fornire consigli e soluzioni che li aiutino a prendere decisioni oculate sulle loro finanze. In questo modo si fidelizza il cliente e, in un mondo ideale, si incrementa l'attività. Inoltre, le istituzioni finanziarie utilizzano le funzionalità IoT per prevedere le tendenze future e le condizioni di mercato attraverso l'analisi dei dati e la modellazione predittiva, e queste preziose intuizioni possono essere utilizzate per creare nuovi prodotti e servizi. I dati possono essere utilizzati anche dai principali responsabili delle decisioni per giudicare la validità delle diverse funzionalità delle app e dove investire nello sviluppo.

Collaterali intelligenti

Immaginate uno scenario in cui un cliente al dettaglio o una PMI possa ottenere un finanziamento a breve termine offrendo garanzie, come macchinari, automobili o altri beni, ma senza doversi recare in banca per parlare di persona con il finanziatore. L'identità digitale abilitata, insieme alla tecnologia IoT, cambia l'intero processo. La richiesta di finanziamento, insieme al trasferimento della proprietà del bene, può essere automatizzata e digitale e realizzata in pochi secondi, il che consente alla banca di emettere immediatamente il prestito monitorando lo stato della garanzia in tempo reale senza la necessità di prenderla in custodia fisicamente. Come? Attraverso la connessione degli asset. Se il mutuatario non è in regola con i pagamenti, l'auto usata come garanzia può essere disattivata da remoto finché non viene effettuato il pagamento. Inoltre, è possibile monitorare lo stato della garanzia.

Assicurazione su misura

Le compagnie assicurative offrono già dispositivi che si collegano alla porta diagnostica di bordo delle auto e inviano alla compagnia il comportamento di guida. Anche se questo potrebbe non essere vantaggioso per i guidatori più avventurosi, i dati consentono alle compagnie assicurative di offrire sconti in base al comportamento del guidatore e di creare assicurazioni su misura in base alle abitudini di guida, allo stato di salute del motore e all'usura generale del veicolo. Inoltre, i dati possono fornire alle compagnie assicurative informazioni critiche sulla probabilità di incidenti in determinate aree e determinare i prezzi delle polizze di conseguenza.

Una parola sulla sicurezza

Le banche e le altre istituzioni finanziarie sono, per loro stessa natura, conservatrici, il che tende a renderle più tardive nell'adozione delle tecnologie. Come nel caso della sanità e di altre soluzioni mission-critical, un passo falso può avere conseguenze drastiche sia per gli individui che per la società. Per le istituzioni finanziarie, l'attenzione iniziale si è concentrata su elementi come la videosorveglianza, al fine di ridurre le frodi e migliorare il servizio clienti e la formazione interna. Tuttavia, con la diffusione di un numero sempre maggiore di dispositivi IoT, è fondamentale adottare misure di sicurezza. La crittografia e i test di vulnerabilità sono essenziali per garantire il trasferimento sicuro dei dati, mentre è necessario installare aggiornamenti regolari e firmware sui dispositivi di rete e praticare una corretta igiene delle password. Per saperne di più sulla sicurezza, consultate il nostro sito IoT & Security White Paper.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può favorire la vostra attività, contattateci.

L'IoT non è un concetto del tutto nuovo per il settore dell'ospitalità. Molti operatori hanno già incorporato l'IoT nelle loro attività e lo stanno utilizzando per ottenere vantaggi che vanno dall'offerta di un'esperienza cliente più fluida all'ottimizzazione dei costi energetici. Secondo PwC (PriceWaterhouseCooper), il 70% dei dirigenti del settore alberghiero dichiara di avere già progetti IoT attivi e di utilizzare l'IoT per portare efficienza sia nella parte anteriore che in quella posteriore della struttura. Ecco come.  

Iper-personalizzazione

Le camere d'albergo connesse consentono agli ospiti di controllare varie funzioni della stanza, come i sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento, dai loro telefoni cellulari o da un tablet fornito dall'hotel. Gli ospiti possono anche utilizzare i loro dispositivi per controllare il televisore, le luci e altri dispositivi elettronici presenti nella stanza, e tutti i dati raccolti possono essere utilizzati dagli albergatori per anticipare le esigenze degli ospiti e fornire un'esperienza personalizzata. Ogni volta che l'ospite entra in camera, può essere inviato un saluto personalizzato automatico, mentre allo stesso tempo la camera passa automaticamente all'ultima preferenza salvata, come la riproduzione di musica, lo streaming di servizi TV, la regolazione dell'illuminazione o l'apertura delle tende. Inoltre, combinando le funzionalità degli smartphone con la tecnologia beacon e altri sensori, è possibile inviare agli ospiti informazioni ancora più personalizzate, come ad esempio informazioni sulla capacità dei servizi in loco, come la spa o la piscina, i tempi di attesa per la ristorazione, o consigliare eventi adatti nelle vicinanze. Inoltre, l'avvento di robot autonomi per le consegne può automatizzare il servizio in camera d'albergo, gestendo le consegne in modo rapido, sicuro e affidabile.

icona delle citazioni

Per i visitatori abituali, i dati attivabili consentono agli albergatori di preselezionare elementi come la posizione della camera e il tipo di letto preferito dall'ospite, oltre a presentare un vassoio di benvenuto con gli snack o i vini preferiti. In altre parole, è possibile stendere il tappeto rosso per i clienti VIP con facilità.

Check-in senza problemi

Invece di aspettare alla reception per ottenere la chiave della camera, l'IoT elimina la necessità di effettuare check-in elaborati. Con l'IoT gli hotel possono inviare automaticamente una chiave digitale al cellulare dell'ospite poco prima del check-in; questa chiave digitale non solo può comunicare con la porta, ma può anche eliminare la necessità di effettuare il check-in alla reception, perché la prima volta che viene utilizzata per sbloccare la camera dell'ospite, questo viene automaticamente registrato.

Manutenzione predittiva

La manutenzione preventiva è sempre stata lo standard per gli hotel, con controlli di manutenzione regolari progettati per ridurre i reclami degli ospiti e prolungare la durata delle apparecchiature. Con l'IoT, la manutenzione predittiva consente di affrontare i guasti alle apparecchiature prima che si verifichino. Il personale riceve informazioni in tempo reale sullo stato di funzionamento delle apparecchiature e dei dispositivi, con l'invio di avvisi in caso di segnali di deterioramento o di prestazioni insolite. Ad esempio, i termostati e i condizionatori d'aria collegati possono identificare i problemi delle apparecchiature prima che si verifichi un guasto completo. I sensori che segnalano l'aumento dell'utilizzo dell'acqua in una particolare stanza mentre non c'è nessuno potrebbero indicare un rubinetto o una toilette che perde, mentre i sensori sulle tubature di tutto l'edificio possono identificare perdite o altri problemi. Il vantaggio principale è che le riparazioni possono essere effettuate rapidamente o le sostituzioni possono essere effettuate prima che l'apparecchiatura smetta di funzionare, un aspetto cruciale quando si tratta di apparecchiature o elettrodomestici di cui l'hotel non può fare a meno. È anche un risparmio di denaro, poiché una riparazione tempestiva costa meno e richiede meno manodopera.

Risparmio energetico

Quando si parla di risparmio energetico, l'IoT ha alcune applicazioni piuttosto ovvie, come il monitoraggio dell'occupazione di uno spazio per ottimizzare il riscaldamento/raffreddamento e l'illuminazione all'interno di un ambiente, che porta a una riduzione del consumo energetico e quindi dei costi energetici. Si tratta di un aspetto importante, perché i costi delle utenze rappresentano una parte consistente delle spese operative e i costi dell'elettricità sono in aumento. Il risparmio energetico consente di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.

icona delle citazioni

Un sistema di gestione dell'energia connesso consente di monitorare e gestire i parametri online, dando la possibilità di regolare le impostazioni in modo rapido e semplice in tutte o in alcune delle camere degli ospiti, senza compromettere il comfort degli ospiti.

I dati possono aiutare a determinare dove è necessario o possibile migliorare elementi come l'isolamento, le finestre, le attrezzature, ecc. L'integrazione di diversi sistemi, come gli ascensori, la gestione delle camere degli ospiti, la forza lavoro e la proprietà, fornisce una logica tra i diversi punti di dati, portando la consapevolezza di ciò che sta accadendo in tutta l'operazione, consentendo una migliore pianificazione delle esigenze energetiche, sia in tempo reale che per una pianificazione a lungo termine.

Gestione delle attività

Dai macchinari ai vassoi per il cibo, la tecnologia IoT può aiutare a gestire gli asset e l'inventario in tempo reale, avvisando il personale delle necessità di assistenza e consentendo al contempo di pianificare a lungo termine. I localizzatori di asset connessi, posizionati su attrezzature sia interne che esterne, accelerano il processo di ricerca di macchinari e attrezzature necessarie, riducendo o eliminando i tempi di attesa per oggetti come i portabagagli. I sensori sui vassoi del servizio in camera possono avvisare il personale quando sono stati lasciati fuori da una stanza per essere ritirati. Le apparecchiature intelligenti consentono al personale di tenere sotto controllo automaticamente le scorte di asciugamani, stoviglie o altro, permettendo di lavorare in modo più produttivo ed efficiente.

Sicurezza e protezione

Le serrature intelligenti automatizzate, in cui gli ospiti ricevono una chiave digitale sul proprio smartphone, sono un'ottima funzione di sicurezza abilitata dall'IoT. Ma la sicurezza degli hotel non riguarda solo le camere degli ospiti. Equipaggiare un hotel con l'IoT significa proteggere l'intero sito utilizzando programmi personalizzati e impostazioni di protocollo che, in caso di violazione della sicurezza, possono attivare istantaneamente le serrature delle porte, le luci di emergenza e gli allarmi automatici inviati alle autorità. Le tecnologie basate sulla biometria che supportano il riconoscimento facciale possono essere utilizzate per semplificare il check-in, ma possono anche aiutare a rilevare comportamenti sospetti e identificare persone che potrebbero causare problemi. I pulsanti connessi non intrusivi, attivati solo dai dipendenti, offrono al personale un modo per richiedere assistenza.

Il futuro

Mentre l'IoT viene già implementato negli hotel in una miriade di modi, il futuro potrebbe portare a hotel senza personale. Sebbene in teoria ciò abbia senso per il risparmio di denaro e l'aumento dei ricavi, è più probabile che, con l'implementazione dell'IoT, molti servizi vengano automatizzati e che il personale venga impiegato per migliorare il coinvolgimento dei clienti.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può favorire la vostra attività, contattateci.

L'IoT non può impedire che si verifichino disastri, ma può aiutare a identificare i pericoli che minacciano la vita, ad allertare le autorità in una fase precoce e a soccorrere le persone colpite, risparmiando vite, risorse e denaro. L'uso delle tecnologie IoT consente di migliorare la gestione e la risposta alle emergenze e, di conseguenza, di ottenere risultati migliori.

Incendi nel bush australiano, monsoni indiani, terremoti in Giappone, catastrofi boreali lungo la costa orientale degli Stati Uniti: la maggior parte dei disastri naturali è inevitabile, ma la notizia preoccupante è che sono in aumento. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite dell'ottobre 2020, gli eventi meteorologici estremi hanno dominato il panorama delle catastrofi nel21° secolo e possono essere collegati a un aumento dei disastri legati al clima, compresi gli eventi meteorologici estremi.

Per mettere questo dato in prospettiva, tra il 2000 e il 2019 sono stati registrati 7 348 eventi catastrofici gravi, che hanno causato 1,23 milioni di vittime e colpito altri 4,2 miliardi di persone, con perdite economiche globali per quasi 3.000 miliardi di dollari. Ciò che fa risaltare queste cifre è che mostrano un forte aumento rispetto al ventennio precedente, in cui si sono verificati poco più di 4.000 disastri che hanno causato perdite economiche per circa 1,6 miliardi di dollari e hanno provocato 1,19 milioni di vittime.

Le inondazioni e le tempeste sono quelle che hanno registrato l'aumento maggiore, con le alluvioni che sono più che raddoppiate, ma ci sono stati anche aumenti importanti per quanto riguarda la siccità, gli incendi e le temperature estreme, oltre a un aumento degli eventi geo-fisici, come terremoti e tsunami, che hanno ucciso più persone di qualsiasi altro pericolo naturale. Se a ciò si aggiungono i disastri provocati dall'uomo, come fuoriuscite di materiali pericolosi, guasti alle infrastrutture ed esplosioni, è evidente che la preparazione alle emergenze non deve solo migliorare, ma diventare più efficiente.

icona delle citazioni

Sebbene non sia possibile evitare le catastrofi, possiamo migliorare la nostra preparazione e la nostra risposta attraverso sistemi di previsione e di allerta precoce abilitati dall'IoT e sistemi di risposta abilitati dall'IoT.

Secondo il Global Disaster Preparedness Center, le fasi della gestione delle emergenze sono quattro: Mitigazione, Preparazione, Risposta e Recupero.

Mitigazione
Ridurre al minimo gli effetti di un disastro, come l'implementazione di norme edilizie e di zonizzazione, analisi di vulnerabilità, educazione pubblica.

Preparazione
Pianificazione della risposta, compresi i piani di preparazione, le esercitazioni di emergenza e la formazione, i sistemi di allarme.

Risposta
Ridurre al minimo i pericoli creati da un disastro, come la ricerca e il salvataggio, il soccorso di emergenza

Recupero
Riportare la comunità alla normalità, attraverso cose come alloggi temporanei, sovvenzioni, cure mediche e IoT può cambiare le cose in molti modi.

Grazie all'uso, tra l'altro, di sensori, robot e veicoli senza pilota, l'IoT aiuta a ridurre i rischi e a migliorare la risposta, trasformando la gestione dei disastri da reattiva a proattiva. I dati generati da questi dispositivi minimizzano il rischio di essere presi alla sprovvista e aiutano tutti a prendere decisioni più informate. Inoltre, i sistemi di comunicazione migliorati aiutano nelle operazioni di soccorso. Ecco come:

Mitigazione
I dispositivi e i sensori IoT possono raccogliere dati in tempo quasi reale su elementi come i livelli dell'acqua, l'attività vulcanica e le letture barometriche. I sensori possono rilevare incendi, tornado, nubifragi, attività vulcaniche, terremoti, ecc. e inviare avvisi tempestivi. Inoltre, le infrastrutture critiche (o qualsiasi altra infrastruttura) possono essere protette grazie alla manutenzione predittiva. La mitigazione dei pericoli è resa possibile dall'uso di sensori per monitorare gli inquinanti e i contaminanti, comprese le situazioni radioattive.

Preparazione
La preparazione alle emergenze può essere migliorata attraverso meccanismi di risposta, procedure e prove abilitate dall'IoT. I dati in tempo reale provenienti da sensori, telecamere e altri dispositivi connessi possono essere integrati nelle infrastrutture, rendendo possibile il monitoraggio delle condizioni in tempo reale e la ricezione di dati vitali sia storici che in tempo reale. Questi dati consentono ai gestori delle città di dare priorità alle riparazioni e di ricorrere alla manutenzione preventiva. I dispositivi connessi installati negli edifici, nei ponti, nelle strade e in altre infrastrutture possono anche essere utilizzati per fornire avvisi e migliorare le comunicazioni. Inoltre, grazie all'uso di dispositivi IoT, è possibile monitorare le riserve strategiche di cibo, acqua, vestiti, attrezzature mediche e altre forniture vitali per garantire livelli accettabili.

La risposta
Nell'immediatezza di una catastrofe, la consapevolezza della situazione è fondamentale per garantire che le risorse siano prioritarie per avere il massimo impatto e aiutare i più bisognosi, ma man mano che le operazioni proseguono, gli sforzi di recupero devono essere ripetutamente aggiornati in base al mutare delle condizioni. La tecnologia IoT ampiamente diffusa all'interno dell'infrastruttura di una città, nelle aree forestali o in qualsiasi altro luogo può essere utilizzata per identificare le condizioni di emergenza, le persone intrappolate o lo stato di elementi come la rete elettrica. I primi soccorritori hanno bisogno di informazioni fruibili e l'IoT può facilitare la pianificazione e le azioni di risposta attraverso l'uso di sensori per monitorare gli spostamenti del personale chiave, nonché di sensori e telecamere abilitati all'IoT sulla scena dell'incidente. La consapevolezza della situazione e la gestione dell'incidente possono essere ottenute grazie a dispositivi come gli indumenti intelligenti, che possono monitorare e segnalare i segni vitali dei vigili del fuoco e le condizioni sul posto, consentendo loro di essere allontanati dalla scena se la situazione diventa troppo pericolosa. I primi soccorritori possono anche essere dotati di sensori audio e video o supportati da droni e veicoli autonomi, che consentono di monitorare e valutare le situazioni pericolose da una distanza di sicurezza.

I sistemi IoT automatizzati possono inviare avvisi, notizie e altre risorse digitali per tenere il pubblico informato in tempo reale. Gli aggiornamenti mobili possono fornire informazioni vitali, come il luogo in cui si è abbattuto un tornado, o fornire informazioni su come tenersi al sicuro, su dove trovare un luogo sicuro e sulle risorse per cercare un riparo o forniture salvavita. Anche la segnaletica digitale connessa, ad esempio alle fermate degli autobus, sulle strade e nelle piazze, può essere utilizzata per diffondere rapidamente informazioni critiche. I dispositivi IoT alimentati a batteria possono consentire servizi di comunicazione limitati, come la micro-messaggistica di emergenza.

Il recupero
Gli sforzi e le operazioni di recupero in caso di catastrofe possono essere estremamente impegnativi, in quanto richiedono l'impiego di diverse risorse, tra cui il personale di emergenza locale e internazionale, le ONG e le forze armate, che devono collaborare e condividere risorse e informazioni per eseguire il recupero in modo rapido ed efficace. I dispositivi IoT possono aiutare nelle operazioni di ricerca e salvataggio, oltre a monitorare le condizioni post-catastrofe e i livelli delle scorte di risorse vitali. L'IoT può continuare a essere utilizzato per diffondere informazioni al pubblico mentre le normali comunicazioni vengono ancora riparate.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT può consentire la gestione delle emergenze, contattateci

LTE-M, la tecnologia cellulare LPWA (low-power, wide area), è progettata specificamente per l'IoT. Dà la priorità a una portata potente su lunghe distanze e alla scalabilità per distribuzioni ampie o in crescita, consentendo la connessione di dispositivi semplici che trasmettono bassi volumi di dati per lunghi periodi di tempo con un basso consumo energetico. 

Queste caratteristiche rendono l'LTE-M e le altre tecnologie LPWA ideali per qualsiasi caso d'uso, aprendo la possibilità concreta di connettere tutti i tipi di asset attraverso un'unica soluzione sicura e duratura. In altre parole, l'LTE-M porterà all'IoT di massa, consentendo alle organizzazioni di lavorare con una maggiore efficienza operativa e di ottenere maggiori informazioni sull'intero business.

Logistica

LTE-M è ideale per le risorse in movimento, perché i dispositivi devono funzionare senza un'alimentazione fissa o una ricarica regolare. Grazie all'ampia copertura, l'LTE-M consente di tracciare la posizione e lo stato di risorse quali veicoli o container, mantenendo un'eccellente durata della batteria. È possibile tracciare e registrare un gran numero di elementi, tra cui il consumo di carburante, le soste e le partenze, i pedaggi, il percorso effettuato, il comportamento del conducente, ecc. È possibile tracciare le condizioni dei beni, osservando elementi come l'umidità, la temperatura o altre condizioni del container che potrebbero avere un impatto negativo sui vostri beni, il che vi consente di reagire prima, anziché quando potrebbe essere troppo tardi.

Industria/Manifattura

L'IoT viene già utilizzato per migliorare la sicurezza e l'efficienza della produzione industriale, ma il monitoraggio di elementi come i serbatoi petrolchimici e di stoccaggio dei rifiuti o di fluidi pericolosi può essere impegnativo, a causa della lontananza e delle condizioni pericolose. Con l'LTE-M, i sensori a basso consumo e a basso costo consentono di monitorare tutto, dall'umidità alla temperatura, dagli urti alle rotture, consentendo un migliore utilizzo della manodopera, mantenendo elevati gli standard di sicurezza e risparmiando denaro grazie alla tempestiva individuazione dei problemi.

Vantaggi dell'LTE-M

Copertura più ampia

LTE-M consente di operare in luoghi estremamente difficili, come sotto i tombini, nelle tubature sotterranee o in parcheggi, scantinati o altre aree remote. È adatto a casi d'uso sia statici che mobili.

Costi inferiori

I dispositivi IoT abilitati all'LTE-M sono economici da produrre e da acquistare. Inoltre, costano meno per la scalabilità. La maggiore durata della batteria rende superflua l'alimentazione esterna, mentre i costi di manutenzione si riducono grazie al minor numero di visite in loco.

Maggiore sicurezza e affidabilità

Le reti LTE-M sono sicure e affidabili, con una sicurezza di livello carrier. Poiché l'LTE-M opera sullo spettro delle licenze, i dispositivi non sono soggetti a interferenze radio o congestioni, un rischio che le tecnologie LPWA senza licenza corrono in quanto non vi è alcun controllo dell'ambiente radio.

A prova di futuro

LTE-M è lo standard definito dal 3GPP (Third Generation Partner Project) e non dipende da fornitori o operatori. Al contrario, è supportato da diversi fornitori e produttori di hardware a livello globale. L'LTE-M è destinato a diventare parte dello standard 5G man mano che si evolve, garantendo il suo supporto per molto tempo.

Città intelligenti

Affinché l'ecosistema delle città intelligenti diventi realtà, è necessaria una diffusione massiccia di dispositivi IoT in tutti i settori, dai parcheggi ai semafori, agli edifici, ai trasporti pubblici e ad altri spazi pubblici. Questa diffusione di massa sarà interconnessa e renderà la vita della città più facile da navigare in vari modi, sia che si tratti di sapere dove trovare un parcheggio libero o quando arriverà il prossimo autobus, sia che si tratti di mantenere le aree pubbliche più sicure con il monitoraggio in tempo reale degli spazi pubblici. La diffusione di massa comporta nuovi requisiti di costo per rendere i progetti fattibili, quindi il supporto di dispositivi a basso costo rende l'LTE-M un vero e proprio fattore abilitante per questi casi d'uso.

Utilità

I dispositivi abilitati all'LTE-M consentono di monitorare infrastrutture e beni remoti, come condutture sotterranee e apparecchiature di generazione eolica, solare o termica, nonché contatori intelligenti. Questo migliorerà l'efficienza, consentirà una manutenzione predittiva (che a sua volta porterà a risparmi sui costi) e fornirà informazioni vitali su aspetti come il consumo energetico, portando a una maggiore sostenibilità.

In termini concreti, ciò potrebbe significare il monitoraggio di sistemi di approvvigionamento idrico obsoleti, che sono soggetti a perdite e ad altri problemi, ma in cui è difficile identificare le criticità prima che diventino un problema reale e costino a tutti un sacco di soldi. I sensori rilevano le perdite molto più rapidamente, consentendo di ripararle più velocemente.

LTE-M può anche consentire casi d'uso in cui gli attuatori sul campo devono essere attivati con un ritardo molto ridotto, grazie alle caratteristiche di latenza molto basse di LTE-M, soprattutto se confrontate con altre tecnologie LPWA.

Agricoltura/Ambiente

Non è facile cambiare la batteria di una mucca! Poiché l'LTE-M offre la mobilità, l'affidabilità e la copertura a distanza necessarie, il monitoraggio e la localizzazione di bestiame come i bovini e gli animali selvatici sono notevolmente migliorati. Sul campo, il monitoraggio delle condizioni è semplificato e consente di controllare la qualità del suolo, il tempo, la temperatura, l'umidità, ecc. Le agenzie governative e gli scienziati possono utilizzare i sensori LTE-M per analizzare i livelli dell'acqua, prevedere le inondazioni e lanciare allarmi precoci.

Se desiderate saperne di più su come l'IoT e l'LTE-M possono favorire la vostra attività, contattateci.

Contattate